Marco Bertozzi

This user account status is Approved

This user has not added any information to their profile yet.

Marco
Bertozzi
Professore Ordinario
Università IUAV di Venezia
Dipartimento di Culture del Progetto

Dorsoduro 2206
30123 Venezia

Marco Bertozzi (Bologna, 1963), laureato in Architettura all’Università di Firenze (1989), dottore di ricerca in Storia e filologia del cinema all’Università di Bologna (1996), è Professore di Storia del cinema e di Cinema documentario e sperimentale all'Università Iuav di Venezia. Nello stesso Ateneo è inoltre titolare del Laboratorio di cinema documentario. Nel passato ha insegnato Cinema documentario al Centro Sperimentale di cinematografia di Roma, all’Università Roma 3 e alla Facoltà di Beni culturali dell’Università di Macerata. Ha pubblicato numerosi studi sul cinema delle origini, sul cinema documentario e sulle relazioni fra il cinema e la città e curato mostre con istituzioni come Villa Medici-Accademia di Francia, la Cinémathèque di Montreal, la Fondazione Federico Fellini (per la quale ha diretto “Bibliofellini”, la bibliografia internazionale in tre volumi), il Festival del film di Amiens e l'Archivio audiovisivo del movimento operaio a Roma. Filmmaker indipendente è autore di premiati film documentari come "Appunti romani" (2004), "Il senso degli altri" (2007), "Predappio in luce" (2008), "Cinema grattacielo" (2017). Recentemente ha condotto "Corto reale. Gli anni del documentario italiano", un programma per RAI Storia alla riscoperta del documentario-cortometraggio italiano degli anni 50/70.

"L'immaginario urbano nel cinema delle origini. La veduta Lumière" (Bologna: CLUEB, 2001); "L'occhio e la pietra. Il cinema, una cultura urbana" (Torino: Lindau, 2003); "Storia del documentario italiano. Immagini e culture dell’altro cinema" (Venezia: Marsilio, 2008), "Recycled cinema. Immagini perdute, visioni ritrovate" (Venezia, Marsilio, 2012), "L'autre Néo-réalisme. Une correspondance" (con Thierry Roche, Crisnée, Yellow-Now, 2013), "Documentario come arte. Riuso, performance, autobiografia nell'esperienza del cinema contemporaneo" (Venezia, Marsilio, 2018). Oltre a "Bibliofellini", la bibliografia internazionale su Federico Fellini (3 volumi - Roma/Rimini, 2002-2005) ha curato, fra gli altri, "Il cinema, l’architettura, la città" (Roma: Librerie Dedalo, 2001), "L'idea documentaria. Altri sguardi dal cinema italiano" (Torino: Lindau, 2003), "Schermi di pace" (Roma, AAMOD, 2006), "Vittorio Mussolini e il Premio Riccione" (Rimini, Raffaelli, 2009), "Montages: Assembling As a Form and Symptom in Contemporary Arts" (con Cristina Baldacci, Udine-Milano, Mimesis International, 2018).

cinema delle origini, cinema documentario e sperimentale, rapporti fra cinema, architettura e città, cinema italiano, cinema di famiglia, found footage film, teorie delle immagini e culture visuali

Clicca sull’icona in alto a destra per modificare il profilo

Torna alla Rubrica

Comments are closed.