Davide Persico

This user account status is Approved

This user has not added any information to their profile yet.

Davide
Persico
Ricercatore Indipendente

Davide Persico ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Tecnologie digitali e metodologie per la ricerca sullo spettacolo nel 2014 presso La Sapienza di Roma. Si è occupato inizialmente dell’opera di David Lynch e della teoria del cinema, pubblicando nel 2010 il volume Inland Empire. L’illusione e l’assenza. Gli ultimi suoi scritti sono incentrati su una riscoperta del cinema di Antonioni e sulla ridefinizione delle relazioni tra cinema e filosofia, con particolare interesse per l’ermeneutica e la decostruzione, la psicoanalisi e il post-moderno, in una costante rielaborazione della teoria del cinema. Tra le pubblicazioni recenti si ricordano: Decostruire lo sguardo. Il pensiero di Jacques Derrida al cinema, edito da Mimesis nel 2016, e il saggio Il cinema e i suoi fantasmi su Ultimo tango a Parigi apparso su Imago nel 2017.

- Inland Empire. L'illusione e l'assenza, Albatross, Roma 2010;

- Decostruire lo sguardo. Il pensiero di Jacques Derrida al cinema, Mimesis, Milano 2016.

- Confine e immagine in ‘Professione: reporter’, in Confini. Testo, arti, metodologia, ricerca. Atti del convegno interdisciplinare. 4-5-6 giugno 2012

- Il cinema e i suoi fantasmi. Soggettività e immaginario in Ultimo tango a Parigi, in «Imago», n. 13,2017, pp. 153-172;

- Blow-Up e le forme potenziali del mondo, Mimesis, Milano 2019 (in corso di pubblicazione)

Teoria del cinema, Michelangelo Antonionioni, Analisi del film, cinema e filosofia, decostruzione

Clicca sull’icona in alto a destra per modificare il profilo

Torna alla Rubrica

Comments are closed.