Per una storia privata della critica cinematografica italiana. 
Ruoli pubblici e relazioni private: l’istituzionalizzazione della critica cinematografica in Italia tra anni Trenta e Settanta

Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale
PRIN 2017
/ Linea Giovani
Principal Investigator: Michele Guerra (Università degli Studi di Parma)

PROGETTI

Redazione CUC2Written by:

La ricerca “Per una storia privata della critica cinematografica italiana” mira a riconsiderare il lungo processo di istituzionalizzazione e di legittimazione culturale della critica cinematografica italiana facendo particolare riferimento ai rapporti personali, alle relazioni politiche e culturali dei maggiori protagonisti del nostro pensiero critico. Il progetto considererà un periodo che copre circa quattro decenni dagli anni Trenta – il decennio dell’istituzionalizzazione della produzione e dell’educazione cinematografica italiana – fino all’inizio degli anni Settanta – il periodo della crisi della critica cinematografica tradizionale e del definitivo ingresso del cinema all’interno dell’Università. Per delineare questa “controstoria” abbiamo identificato alcune figure chiave, che possano essere ritenute paradigmatiche delle diverse fasi e dei diversi “modi” di fare critica che vogliamo analizzare: Aristarco, Barbaro, Casiraghi, Doletti, Pellizzari. Oltre all’intenzione di studiare la dimensione privata di questi critici esplorandone gli archivi, intendiamo includere nel progetto anche le testimonianze orali di chi ha vissuto parte del periodo in questione: Edoardo Bruno, Virgilio Tosi, Virgilio Fantuzzi, Ernesto Laura, Adriano Aprà, Goffredo Fofi, Cecilia Mangini.

A Private History of Italian Film Criticism. Public Roles and Private Relations: the Institutionalization of Film Criticism in Italy from 1930s to 1970s

The research aims to reshape the long process of social institutionalization and cultural legitimation of film criticism referring to personal friendships, political connections, and cultural relations of the main protagonists of our critical debate. The project will take into consideration a crucial and articulated period, covering about four decades from the 1930s – that is the decade of the institutionalization of Italian film production and education – to the beginning of the 1970s – that is the moment of the crisis of traditional film criticism and the definitive presence of cinema as an academic discipline. To sketch out such a history we identify five main critics, among the different periods, who can be considered as paradigmatic of the kind of sociality we want to analyze: Aristarco, Barbaro, Casiraghi, Doletti, Pellizzari. Beside the work on these figures and their archives, we want to include in the project also the oral sources of witnesses who lived the last part of the period we take into consideration and, in some case, the whole of it: Edoardo Bruno, Virgilio Tosi, Virgilio Fantuzzi, Ernesto Laura, Adriano Aprà, Goffredo Fofi, Cecilia Mangini.


Unità di ricerca 

  • Università degli Studi di Parma: Michele Guerra (PI)
  • Università di Bologna: Paolo Noto (responsabile)
  • Università degli Studi di Udine: Andrea Mariani (responsabile)

Comments are closed.