Reframing Film Festivals: Histories, Economies, Cultures

International Film Studies Conference organized by Marco Dalla Gassa, Federico Zecca, Angela Bianca Saponari, Andrea Gelardi
Università Ca’ Foscari Venezia
Venezia, 11-12 February 2020
Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”
Bari, 25-26 March 2020

RINVIATO 22-23 September 2020

CONVEGNI E CFP

Redazione CUC2Written by:

Si dice da anni che il cinema è morto e che le sale sono destinate all’estinzione. A guardare i festival cinematografici – ovvero quegli eventi dove i film appena prodotti incontrano i loro primi spettatori in sala – non si direbbe. I numeri, infatti, sono da capogiro: nel 2019 (fonte FilmFreeway) risultano attivi quasi ottomila festival nel mondo, un numero raddoppiato in dieci anni. In pratica, ogni giorno compresi Natale e Ferragosto, ci sono un centinaio di kermesse in contemporanea. Di ogni tipo: dai red carpet di Cannes o Venezia pieni di grandi star agli appuntamenti per cinefili e appassionati dei film in tutte le loro possibili declinazioni.

Il doppio ciclo di conferenze Reframing Film Festivals. Histories, Cultures, Economies”, nato da un gruppo di ricercatori proveniente dallUniversità CaFoscari di Venezia, lUniversità degli studi di Bari Aldo Moro e la University of St Andrews, è un’iniziativa che mira a studiare la storia, le economie e le culture dei festival cinematografici, consentendo di rileggere in modi nuovi la storia e il nostro passato. Gli incontri si svolgeranno dall’11 al 12 febbraio 2020 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia (nelle sedi di CaFoscari Centrale, CaDolfin, CaBottacin, Malcanton-Marcorà, Teatro CaFoscari) e dal 25 al 26 marzo 2020 presso l’Università di Bari “Aldo Moro” (presso il Centro Polifunzionale Studenti).

L’iniziativa – promossa dai due atenei italiani e resa possibile anche grazie al supporto del Centro Studi & Ricerche dell’Apulia Film Commission, con il contributo di Science Gallery Venice e di Hostelsclub e il patrocinio della Consulta Universitaria Cinema, l’AiRSC, il Bif&est, Teatro Ca’ Foscari a Santa Marta e la Fondazione Veneto Film Commission è la prima nel suo genere in Italia. I due appuntamenti ospiteranno più di 100 relatori provenienti da tutto il mondo, dagli Stati Uniti all’Europa, dal Medio Oriente all’Africa e al Far East. Una vera  e propria comunità di studiosi di festival, composta da docenti, ricercatori, programmatori, critici e curatori, convergerà a Venezia e a Bari per riflettere su una forma culturale che nel suo secolo (o quasi) di vita dimostra di saper intercettare e modellare i cambiamenti storici, economici, sociali, produttivi: dalle forme di fruizione dei film, alle scelte di gusto, al modo con cui le nuove tecnologie trasformano l’esperienza della visione, fino al modo in cui il festival permette lo sviluppo di terrori e la diffusione di idee tramite la condivisione di spazi collettivi e sociali.

Tra i nomi più illustri che parteciperanno a Venezia ci saranno Alberto Barbera, direttore della Mostra del Cinema di Venezia, Jay Weissberg, direttore delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone, Dina Iordanova, docente dell’Università di St. Andrews e general editor della serie monografica “Film Festival Yearbooks” e Gian Piero Brunetta, decano degli storici del cinema italiano. Durante le giornate a Bari, invece, tra i relatori spiccano Marijke de Valck, docente dell’Università di Utrecht, studiosa di film festival, industrie creative e culture mediali, Roy Menarini, docente dell’Università di Bologna, esperto di cinefilia e culture festivaliere e Gianni Canova, rettore dell’Università IULM, studioso e critico cinematografico di grande fama.

Collateralmente ai due convegni, avranno luogo alcuni appuntamenti dedicati anche ai non addetti ai lavori. A Venezia, il Teatro Ca’ Foscari a Santa Marta ospiterà due incontri” intitolati “Carta bianca a” dove Alberto Barbera la sera dell’11 febbraio e Jay Weissberg quella del 12, porteranno il pubblico nel dietro le quinte di un festival, raccontando aneddoti, curiosità, logiche e visioni che condizionano il lavoro di selezione e curatela. A Bari le giornate del convegno si integreranno invece all’interno del Bif&st – Bari International Film Festival, diretto da Felice Laudadio, uno dei festival più popolari e seguiti in Italia, con i suoi 75 mila spettatori, le sezioni, i premi e le masterclass con autori e registi di fama mondiale.

Programma

Locandina

Comunicato stampa 

Comments are closed.