Cinema delle donne e media contemporanei: estetiche, identità e immaginari

XXV Convegno Internazionale di Studi Cinematografici a cura di Ilaria A. De Pascalis e Veronica Pravadelli
Università Roma Tre
Roma, 21-22 novembre 2019
Scadenza CFP: 5 settembre 2019

CONVEGNI E CFP

Redazione CUC2Written by:

Nel panorama del cinema e dell’audiovisivo contemporanei, un ruolo sempre più importante è rivestito dall’intreccio fra la dimensione economica globale, il posizionamento culturale e geopolitico dei soggetti coinvolti, e una prospettiva che presti attenzione a specifiche forme di produzione di estetiche e immaginari. Il XXV Convegno Internazionale di Studi Cinematografici Cinema delle donne e media contemporanei si prefigge di affrontare la produzione cinematografica contemporanea delle donne, con un’apertura su altre forme audiovisive come la televisione e la rete.
Oggetto primario di indagine del convegno è l’autorialità femminile: quali estetiche, quali immaginari e quali identità narrano e mettono in scena le donne? E come affrontano il rapporto tra identità soggettive e collettive, tra soggetto femminile e mondo? Quali sono i tratti significativi della produzione italiana ed europea in rapporto al cinema di altre realtà geopolitiche? Il cinema delle donne è infatti una realtà consolidata a livello globale e mostra specificità marcate, nel suo muoversi tra contesti e immaginari locali e globali, nazionali e transnazionali.
Lo studio dell’autorialità femminile si è sviluppato sin dai primi anni ’70 del Novecento sia secondo prospettive teoriche che storiche e ha riguardato: 1) lo studio dello sguardo femminile come sguardo sovversivo e anti-egemonico, anche in relazione alle teorie della spettatorialità femminile; 2) ricerche storiche sul ruolo delle professioniste e creative all’interno degli apparati produttivi, distributivi e di fruizione; 3) l’analisi del rapporto fra l’autorialità femminile e la produzione di immaginari molteplici.
La prospettiva contemporanea ha visto ulteriori estensioni e diramazioni di queste linee, articolando il rapporto fra lo sguardo delle donne e le immagini all’interno di tutte le forme audiovisive e i modelli di produzione e fruizione. Negli ultimi vent’anni, sono state privilegiate le prospettive orientate alla ricerca di punti di contatto fra diverse collocazioni “minoritarizzate”, sia in funzione di una visione intersezionale che in una dimensione transnazionale, valorizzando l’intreccio fra autorialità femminile e prospettiva globale e postcoloniale dal punto di vista produttivo come da quello distributivo e di fruizione.
Nonostante storicamente le donne non abbiano avuto una presenza numericamente massiccia nelle posizioni apicali delle industrie mediali (con significative eccezioni), non hanno mai smesso di avere un ruolo creativo fondamentale né di affrontare attraverso le loro narrazioni gli aspetti più complessi e problematici dell’esperienza. L’espressione “cinema e media delle donne” è dunque una scelta ideologica che punta l’attenzione sul modo in cui le autrici affrontano le differenze – di gender, razza, classe, età, orientamento sessuale, religione, ecc. – nella costruzione dei rapporti intersoggettivi nelle varie fasi, dalla produzione alla scrittura, dalla regia alla diffusione di opere e prodotti. In questa prospettiva, si presterà attenzione a come i processi della globalizzazione abbiano segnato e continuino a segnare l’esperienza femminile in modo marcatamente diverso da quella maschile e come l’esperienza della donna sia ugualmente segnata dalla differenza tra soggetti femminili.

Le proposte, di 300-500 parole, vanno inviate all’indirizzo roma3conference@uniroma3.it accompagnate da 3-5 parole chiave, breve biografia e contatti.

La scadenza per la presentazione degli abstract è il 5 settembre 2019. L’accettazione sarà comunicata entro il 12 settembre.

Quota per le/i relatrici/relatori: Euro 50.

Le presentazioni avranno la durata di 20 minuti. Le lingue del convegno sono l’inglese e l’italiano.

Organizzazione: Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo – Università Roma Tre
Direzione: Ilaria A. De Pascalis e Veronica Pravadelli
Comitato Scientifico: Leonardo De Franceschi, Stefania Parigi, Ivelise Perniola, Marta Perrotta

Call for papers 

Comments are closed.