Italian cinema(s) abroad

Convegno Internazionale
The Ohio State University
Columbus (Ohio), 22-23 marzo 2019
Scadenza CFP: 15 dicembre 2018

CONVEGNI E CFP

Redazione CUC2Written by:

All’inizio del secolo scorso, pionieri della nascente industria cinematografica italiana come Luca Comerio e Giovanni Vitrotti filmavano e proiettavano le loro opere al di fuori dei confini nazionali. Pochi anni dopo, Cabiria e altri film del cinema muto italiano ottennero un successo mondiale, così come avvenne per i film neorealisti dopo la Seconda Guerra Mondiale, che vennero proiettati da Times Square a New York alla Cuba pre e post rivoluzione. Come molti dei loro illustri predecessori – tra i quali Cavani, Leone, Pasolini, Antonioni e Bertolucci – diversi degli esponenti del nuovo cinema italiano contemporaneo esplorano l’opportunità di girare film in fuori dai confini nazionali e in lingue differenti dall’italiano. Territori lontani ed esotici sono topoi ricorrenti nei film della serie Mondo Cane, come anche nei cinepanettoni. Questi sono solo alcuni tra gli esempi di un cinema italiano che è per natura transnazionale: dai suoi esordi ad oggi, tanto il cinema d’autore quanto quello popolare hanno fato ampio uso di ambientazioni, fondi e maestranze provenienti dall’estero.

La conferenza ha come scopo quello di esaminare il peso del cinema italiano al di fuori dei confini nazionali, riflettendo su ciò che avviene quando un’industria cinematografica con una forte – o comunque percepita come tale – connotazione nazionale, viene dislocata all’estero. Si incoraggia l’invio di abstract che abbiano come possibile focus i film girati da registi italiani all’estero, i travel films, le co-produzioni, le pellicole coloniali e post-coloniali, i lungometraggi sugli italiani emigrati o sui lavoratori italiani all’estero, e le co-produzioni che mettono invece in dubbio persino l’esistenza stessa del concetto di “cinema italiano”. Sono apprezzati lavori che prendono in esame determinati film, i loro processi produttivi, la loro influenza, la ricezione da parte di pubblico e critica, il marketing e la distribuzione delle pellicole nei cinema e in altri luoghi di proiezione.

Incoraggiamo l’invio di abstracts per una presentazione di 20 minuti. La lunghezza degli abstracts deve essere compresa tra 150 e 200 parole. Ad essi va allegata una breve nota biografica. Il limite per l’invio degli elaborati è il 15 dicembre 2018. La decisione sulle presentazioni accettate avverrà entro il 5 gennaio 2019. La lingua della conferenza sarà l’inglese. Si possono mandare le proposte agli indirizzi peretti.3@osu.edu e damiano.garofalo@unicatt.it.

Comments are closed.