Comerio ritrovato

Ritrovati all’Università degli Studi di Udine due frammenti di Energica avanzata contro i ribelli di El Baruni (Luca Comerio, 1912)

RICERCA

Redazione CUCWritten by:

Giovedì 11 ottobre nell’ambito delle Giornate del Cinema Muto – Pordenone Silent Film Festival sono stati proiettati due frammenti di Energica avanzata contro i ribelli di El Baruni, film del 1912 di Luca Comerio finora creduto perduto. Questi due frammenti, che costituiscono l’unica traccia ritrovata del film, fanno parte del fondo Chinese, al cui interno sono presenti i film della collezione del goriziano Rodolfo Cristiani: si tratta, in totale, di più di cento occorrenze tra positivi theatrical, film di edizione e pellicole amatoriali in 35mm, 16mm, 9,5mm, 8mm e Super8. Il fondo è stato interamente donato all’Università degli Studi di Udine.

Il lavoro di preservazione e valorizzazione del fondo Chinese ha coinvolto (e coinvolge tuttora) un vasto numero di studiosi e di enti, da Denis Lotti (storico del cinema muto e titolare della cattedra di Caratteri del cinema muto presso l’Università di Udine) a Luca Mazzei (Università di Roma Tor Vergata), dal laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna a La Cineteca del Friuli. Tale network, tuttavia, ha come proprio fulcro l’Università di Udine, in particolare il laboratorio La Camera Ottica – Film and Video Restoration (Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale) e i corsi della Laurea Magistrale in Scienze del patrimonio audiovisivo e dell’educazione ai media, che ha tra i suoi obiettivi quello di formare nuove generazioni di professionisti capaci di lavorare nel campo della preservazione e valorizzazione del film.

Più precisamente, il ritrovamento e l’identificazione dei due frammenti di Energica avanzata contro i ribelli di El Baruni sono stati effettuati da Diego Cavallotti (Università degli Studi di Udine – Lab. La Camera Ottica), Andrea Mariani (Università degli Studi di Udine) e Silvio Celli (Mediateca Provinciale “Ugo Casiraghi” di Gorizia) nei locali del laboratorio La Camera Ottica – Film and Video Restoration dell’Università di Udine. Dal positivo nitrato è stato ricavato un controtipo negativo presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna. Successivamente, il controtipo è stato scansionato a La Cineteca del Friuli (Gemona del Friuli), mentre la copia d’accesso è stata realizzata da Gianandrea Sasso (Università degli Studi di Udine) nelle nuove salette per la post-produzione del DSL – Digital Storytelling Lab dell’Università di Udine (Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale).

Comments are closed.